Smart working da casa: rimedi per prevenire il disagio psico-fisico

postura scorretta mentre si lavora a casa

Cos’è lo smart working?

Lo smart working o “lavoro agile”, rappresenta un rischio nuovo ed emergente per la salute e la sicurezza dei lavoratori che non deve essere sottovalutato. L’attenzione su tale nuovo fattore di rischio occupazionale è cresciuta a causa dell’emergenza sanitaria globale legata alla pandemia da COVID-19. Tale emergenza, infatti, ha determinato un eccezionale fenomeno di riorganizzazione del lavoro con un massivo ricorso alla modalità “agile” di esecuzione della prestazione lavorativa da parte delle aziende, pubbliche e private. Lo smart working non è necessariamente il lavoro da casa o a domicilio, ma significa lavorare in modo “agile” da qualunque ambiente di lavoro, anche da casa. Grazie alle tecnologie informatiche e digitali e all’uso di Internet, tuttavia, il luogo di lavoro fisico è stato trasferito soprattutto dai locali aziendali al domicilio del lavoratore.

Smart working: come lavorare da casa in sicurezza

QUI puoi trovare un libro con mille consigli indispensabili per la tua salute e la tua sicurezza quando lavori in smart working. Seguendo i consigli degli esperti eviterai il disagio fisico e mentale che lo smart working può causare (se non applicato come deve essere fatto). 

Le conseguenze psicologiche dello smart working

Lo smart working o “lavoro agile”, ha determinato un cambiamento nell’organizzazione del lavoro con effetti negativi sul piano fisico e psicologico. Si tratta di un vero e proprio rischio di natura psicosociale che ha conseguenze negative sul piano dello stress lavoro-correlato. Alcuni fattori che rappresentano i punti di forza nell’organizzazione del lavoro agile, infatti, sono anche fattori di rischio per il lavoratore che possono accrescere i suoi livelli di stress lavoro-correlato. Si tratta della possibilità di lavorare in qualsiasi momento (“working anytime”) e da qualunque postazione di lavoro (“working anywhere”). L’autonomia, ovvero la possibilità di lavorare per obiettivi, conciliando tempi di vita e di lavoro, può trasformarsi da opportunità in un rischio per la salute dei lavoratori. Lavorare dovunque e in qualunque momento del giorno e della notte può, infatti, essere la causa di un eccessivo carico di lavoro (“overworking”). Questo può determinare nelle persone predisposte una dipendenza da lavoro (“work addiction”). Tale dipendenza può portare una dipendenza patologica da lavoro definita con il termine anglosassone di “workaholism”. A ciò contribuiscono l’isolamento dai colleghi di lavoro, l’iperconnessione ed uno sbilanciamento del rapporto casa-lavoro, a causa della perdita dei confini tra ciò lavoro, famiglia e riposo. Tutto ciò può condurre al tecnostress. QUI puoi trovare un manuale semplice da leggere con alcuni consigli importanti per prevenire STRESSS e BURNOUT lavorativo.

Le conseguenze fisiche dello smart working

Lo smart working o “lavoro agile”, richiede posture fisse prolungate e un impegno visivo ravvicinato protratto, unitamente a elevati livelli di attenzione e concentrazione, hanno mostrato che vi possono essere le medesime conseguenze negative evidenziate nei lavoratori addetti all’uso di attrezzature munite di videoterminale. Tali effetti negativi sono a carico dell’apparato oculo-visivo, ovvero la cosiddetta “sindrome astenopica occupazionale” e a carico dell’apparato muscolo-scheletrico. In particolare sono stati evidenziati effetti negativi a carico del rachide e degli arti superiori. Il mal di schiena è la conseguenza più frequente di cattive posture mentre si lavora.

La mancanza di pause, la mancanza di ergonomia negli ambienti di lavoro domestici e di sorveglianza sanitaria nel lavoro in smart working ha accentuato tali problematiche.

Quali soluzioni per prevenire i pericoli dello smart working?

La soluzione per prevenire i disturbi muscolo-scheletrici ed oculo-visivi deve prevedere non solo l’informazione e la formazione dei lavoratori finalizzate all’adozione di corrette posture e procedure di lavoro, ad esempio rispettando le pause di 15 minuti ogni 2 ore consecutive di lavoro. Dovrebbe essere prevista anche la sorveglianza sanitaria effettuata dal medico competente. Dovrebbe essere, infine, allestita da parte del lavoratore, sulla base delle indicazioni fornite dal datore di lavoro, una postazione del lavoro ergonomica. Presentiamo alcune soluzioni “ergonomiche” che possono alleviare i fastidi muscolari e oculo-visivi, aumentando la nostra produttività lavorativa ed il nostro benessere psico-fisico. Non dimentichiamo, infatti, che il disagio muscolo-scheletrico è strettamente connesso a quello oculo-visivo ed a quello mentale.

Rimedi ergonomici per chi lavora da casa

Il cuscino poggiatesta

Se lavori a casa sul tuo pc, avrai bisogno di un cuscino che faccia da schienale per la tua colonna vertebrale. Questo è un cuscino che supporta l’intera parte superiore del tuo corpo, come nessun’altro cuscino. Lo potrai utilizzare non soltanto per lavorare seduto sul tuo divano senza avere più mal di schiena o dolore alle spalle, ma lo potrai usare anche dal tuo letto, mentre leggi un libro e ti stai rilassando. E’ importante, però, che il cuscino sia fatto di materiale morbido e comfortevole. deve essere leggero e traspirante.

Questo modello di CUSCINO DA LETTURA in schiuma che puoi trovare QUI è morbido e lussurioso. Se per te è troppo duro puoi estrarre una parte dell’imbottitura. Se, invece, è troppo morbido puoi mettere più ripieno. L’inserto in gomma accessibile consente di personalizzare il tuo comfort. La copertura esterna con zip vellutato ha una maniglia di trasporto che lo rende portabile, facilmente asportabile e lavorabile per una pulizia rapida di sversamenti e macchie. Questo è molto importante per evitare gli odori e la sporcizia che possono essere causati da condizioni microclimatiche disagevoli e dal calore prodotto dal tuo PC che può farti sudare. Questo piccolo strumento ergonomico è l’ideale per leggere a letto, leggere e lavorare sul divano o in posizione sdraiata. Può aiutare soprattutto se soffri di reflusso gastro-esofageo o difficoltà digestive.

QUI un altro modello adatto ad un ampia gamma di usi e per tutti i tipi di attività sedentarie. Adatto per schienali di letti, sedie da ufficio, sedie per computer, divani. E’ un supporto molto efficace per lavorare in moddo sicuro e senza mal di schiena.

Soffri di bruciori di stomaco e reflusso gastro esofageo e devi lavorare da casa?

QUI trovi un modello economico ed assolutamente efficace per evitare dolori al collo, alle braccia e alla schiena. Puoi dire addio ai bruciori di stomaco e ai sintomi del reflusso gastro esofageo aumentati dalle posture errate.

Questo è un cuscino terapeutico che può garantrti comfort e support in ogni luogo e situazione. Morbido e flessibile, è un cuscino con schienale che fornisce supporto alla zona lombare e cervicale, favorendo una postura corretta su ogni superficie. Puoi utilizzarlo anche come rialzo per le gambe per migliorare la circolazione sanguigna se soffri di vene varicose e disturbi circolatori venosi. Puoi usarlo su letto, divano, poltrone e sedie, ma anche in ufficio mentre lavori al computer. È l’ideale anche per guardare la tv e per rendere la tua sedia da gaming più confortevole. Può alleviare i disturbi legati al reflusso gastrico e all’apnea notturna. E’ morbidissimo e fatto con cotone traspirante, per cui assorbee il sudore. Si adatta perfettamente alle curve del tuo corpo, grazie al suo design ergonomico. 

Il supporto per il tuo PC: una scrivania portatile

Quando lavori sdraiato o seduto su un poggia schiena devi adottare anche un supporto per il tuo PC portatile, se vuoi evitare fastidiosi dolori alle braccia, mani, spalle e schiena. Qui puoi vedere un ottimo supporto per laptop (PC portatile) dotato di cuscino, flessibile, regolabile con 8 angoli. Questo modello riesce a supportaree notebook, tablet. Si tratta di un tavolo vassoio portatile che può essere utilizzato anche per i tuoi viaggi in treno, aereo e auto, ed anche sul posto di lavoro. 
A proposito, lo sapevi che è obbligatorio se utilizzi al lavoro in modo continuativo un PC portatile adottare un supporto per PC. Altrimenti anche i tuoi occhi e la tua vista potranno soffrire dei sintomi dell’astenopia occupazionale. Le posture incongrue potratte potranno causare un peggioramento della vista e far venire mal di schiena davvero fastidiosi. 
Questo modello di SUPPORTO PER PC è un vassoio per laptop che può essere utilizzato come scrivania portatile, tavolo da lavoro, lavagna per appunti, scrivania, tavolino del vassoio, ecc. E’ leggero e portatile in modo da poter essere trasportato comodamente per lavorare, viaggiare o anche stare a casa a guardare film e programmi TV con la massima comodità.
Questo supporto/scrivania portatile è stata ben progettata con 8 angoli regolabili, in grado di soddisfare tutte le esigenze di altezza, che è possibile regolare facilmente in base alle diverse situazioni. Questo supporto per laptop è dotato di una striscia antiscivolo sulla superficie del supporto regolabile, alleviando le preoccupazioni per lo scivolamento del laptop quando si alza un livello superiore e che protegge perfettamente il tuo dispositivo.

La sedia da ufficio ergonomica (che puoi utilizzare anche a casa)

QUI puoi vedere un modello di sedia da ufficio ergonomica .e Questa sedia può essere utilizzata anche a casa quando lavori nella tua stanza davanti al PC posizionato sulla tua scrivania. Le sue caratteristiche sono le seguenti:

  1. POSIZIONE EFFICIENTE: Durante il lavoro, è possibile regolare questa sedia da ufficio alla giusta altezza, sistemarsi in modo perpendicolare e al centro del monitor, mantenere una postura confortevole, migliorare l’efficienza del lavoro; dopo aver lavorato per un periodo di tempo, puoi anche attivare la modalità di inclinazione libera della sedia, inclinandoti indietro di 15° per allungare il corpo e rilassare la mente.
  2. MORBIDA E RESPIRANTE: Ti senti sudare la schiena dopo esserti seduto per molto tempo al lavoro? La seduta e lo schienale di questa sedia da ufficio sono realizzati in tessuto a rete, che può proteggerti dal calore e dal sudore anche in estate; il sedile imbottito con spugna di alta qualità e il telaio dello schienale in plastica, possono disperdere la pressione del corpo e rendere la tua seduta comoda.
  3. SICURA E STABILE: Il pistone a gas conforme alla norma EN 16955:2017, classe 3, la base in acciaio ad alta resistenza, le rotelle universali in nylon, ti consentono di lavorare comodamente senza essere distratto da instabilità e rumore. Il pistone a gas è certificato da TÜV Rheinland (Titolare del certificato: fornitore, n. certificato: 72745)
  4. SICURA: Le rotelle di sicurezza, dotate di un meccanismo di freno sensibile alla pressione, rotolano liberamente quando si è seduto sulla sedia per computer, ma la mantengono in posizione quando ci si alza.

La sedia ergonomica da ginocchio

QUI puoi trovare un ottimo modello di sedia ergonomica al ginocchio. Si tratta di un cuscino per ginocchia inclinato in un angolo di 90 gradi, comodo e che migliora la tua postura.

Questa sedia reclinabile mantiene la schiena in posizione verticale. Allevia efficacemente il mal di schiena, il dolore al collo, la ipercifosi dorsale e corregge le cattive posture.

Il supporto per il ginocchio riduce notevolmente l’affaticamento muscolare e la sensazione di affaticamento che si prova tutte le volte in cui si assume una postura fissa per troppo tempo.

Questo modello di sedia al ginocchio ti  hai la possibilità di regolare la sedia in base alle proprie dimensioni. Puoi posizionarla nel luogo ideale per te, in modo che la maggior parte delle scrivanie sia adatta alle tue necessità.

La sedia da ginocchio è facile da spostare. Ha 4 ruote bloccabili per rimanere flessibili e mobili. Le ruote si possono sotituire o bloccare se necessario. Protegge il pavimento e non causa graffi sul pavimento durante il movimento.

Anche questa sedia richiede però di effettuare pause durante il lavoro. Ricorda che la normativa prevedere almeno 15 minuti ogni 2 ore consecutive di lavoro. Se usi una sedia al ginocchio, le pause sono comunque necessarie. Se la si utilizza per troppo tempo, infatti, la sedia può esercitare un po’ di pressione sulle ginocchia. 

Per approfondire puoi leggere QUI un manuale intitolato “Smart Working. Salute e sicurezza dei lavoratori”, edito dalla casa editrice EPC libri e scritto con il Professor Angelo Sacco. Puoi trovare utili strumenti per effettuare la valutazione dei rischi e programmare la sorveglianza sanitaria dei lavoratori.

 
 

 

 

Facebook
Twitter
LinkedIn

Approfondisci

Articoli correlati