Etilismo e disturbi da alcol: prevenzione e terapia

di Francesco Chirico. Pubblicato il 20 marzo 2023

Alcol in ufficio

Gli effetti negativi dell’alcol sul corpo umano

Gli effetti negativi dell’alcol sul corpo umano: cosa succede al cervello, al fegato e altro

L’alcol può avere effetti negativi diversi sul corpo umano a seconda della quantità e della frequenza di consumo. Scopriamo gli effetti più comuni dell’alcol sul cervello, il fegato, il cuore, il tratto digestivo, il sistema immunitario, il sistema nervoso centrale, il sistema endocrino, la pelle, la capacità di guida e la salute mentale. Inoltre, l’alcol può causare problemi di fertilità nei maschi e nelle femmine e persino il cancro nell’uomo.

È importante sapere che l’eccessivo consumo di alcol può causare un disturbo legato al consumo di alcol, diagnosticabile secondo i criteri del DSM 5. Scopri quali sono i criteri per la diagnosi di disturbo legato al consumo di alcol e come si distinguono i disturbi “lievi”, “moderati” e “gravi”.

Se vuoi evitare gli effetti negativi dell’alcol sul tuo corpo, è importante bere con moderazione e responsabilità.

Scopri quali sono gli effetti negativi dell’alcol su vari organi ed apparati

Cervello

L’alcol può influire sulla capacità di ragionamento, di giudizio e di coordinazione motoria. Può anche causare perdita di memoria e difficoltà nella concentrazione.

Cuore

L’alcol può causare ipertensione, aritmie cardiache e altri problemi cardiovascolari.

Gli effetti negativi dell’alcol sul tratto digestivo

L’alcol può irritare il tratto gastrointestinale e causare gastrite, ulcere, pancreatite e altri problemi.

Gli effetti negativi dell’alcol sul sistema immunitario

L’alcol può indebolire il sistema immunitario, rendendo l’organismo più vulnerabile alle infezioni

Sistema nervoso centrale

L’alcol può causare danni ai nervi periferici e alla mielina, causando problemi di sensibilità e di coordinazione.

Sistema endocrino

L’alcol può causare un aumento della produzione di insulina, il che può portare a problemi di zucchero nel sangue e diabete.

Pelle

L’alcol può causare vasodilatazione, cioè un aumento del flusso sanguigno verso la pelle, che può portare a rossore e sudorazione.

Cosa può accadere sulla nostra capacità di guida

L’alcol può ridurre i riflessi e la capacità di prendere decisioni, rendendo la guida pericolosa.

Alcol e salute mentale

L’alcol può aumentare il rischio di depressione, ansia e altri disturbi psicologici.

Effetti sulla fertilità nei maschi e nelle femmine.

Alcol e cancro

Il disturbo legato al consumo di alcol

Il disturbo legato al consumo di alcol è una patologia descritta nel DSM 5, che sostituisce il precedente DSM IV. Questo disturbo può essere classificato come “lieve”, “moderato” o “grave” a seconda del numero di criteri che si verificano nell’arco di 12 mesi.

I criteri per fare diagnosi di disturbo da alcol

Per emettere una diagnosi, almeno 2 o 3 dei seguenti criteri devono essere presenti. Questi includono il consumo ripetuto di alcol che porta al fallimento di impegni importanti, il consumo in situazioni che possono causare danni fisici, il consumo continuo nonostante problemi sociali o interpersonali, sviluppo di un’assuefazione, consumo in quantità maggiori o più a lungo del previsto, desiderio persistente di ridurre o controllare il consumo, molto tempo perso per procurarsi la sostanza, abbandono o limitazione di attività importanti, consumo continuato nonostante problemi somatici o psichici e desiderio estremamente forte di consumare alcol.

Come affrontare da dipendenza da alcol e i disturbi correlati all’alcol

La dipendenza da alcol e il disturbo da alcolismo possono avere un impatto devastante sulla vita delle persone e delle loro famiglie. Tuttavia, esistono terapie efficaci per aiutare le persone a superare questi problemi e ad affrontare il recupero. In questo articolo, esploreremo le terapie per la dipendenza da alcol e il disturbo da alcolismo, nonché le parole chiave SEO correlate.

Terapia cognitivo-comportamentale (CBT)

La terapia cognitivo-comportamentale (CBT) è una forma di terapia che si concentra sui modelli di pensiero e sui comportamenti che possono contribuire alla dipendenza da alcol. La CBT aiuta i pazienti a identificare i loro pensieri e comportamenti disfunzionali e li insegna a sostituirli con quelli più sani. La CBT può anche aiutare i pazienti a sviluppare strategie di coping per prevenire le ricadute.

Terapia farmacologica

La terapia farmacologica può aiutare a ridurre i sintomi di astinenza e ad alleviare le voglie di alcol. I farmaci utilizzati per la terapia dell’alcolismo includono il disulfiram, l’acamprosato e il naltrexone. Il disulfiram provoca una forte reazione se il paziente consuma alcol, mentre l’acamprosato e il naltrexone aiutano a ridurre le voglie di alcol.

Terapia di gruppo

La terapia di gruppo può essere molto utile per le persone che lottano con la dipendenza da alcol. La terapia di gruppo fornisce un sostegno emotivo e un senso di comunità che possono aiutare i pazienti a sentirsi meno soli durante il loro percorso di recupero. La terapia di gruppo può anche aiutare i pazienti a imparare dalle esperienze degli altri e a sviluppare nuove strategie per affrontare le sfide.

Terapia familiare

La terapia familiare può essere utile per le persone che lottano con la dipendenza da alcol e il disturbo da alcolismo. La terapia familiare aiuta i membri della famiglia a comprendere meglio la dipendenza da alcol e a imparare come supportare il recupero del paziente. La terapia familiare può anche aiutare i membri della famiglia a imparare a gestire il loro stress e le loro emozioni in modo più sano.

Terapia individuale

Si tratta di una forma di terapia che prevede incontri individuali tra un terapeuta e un individuo con problemi di alcolismo.

Come affrontare l’etilismo e i disturbi da alcol nei luoghi di lavoro

La sorveglianza sanitaria effettuata dal medico competente prevede controlli, counselling, formazione dei lavoratori ma anche un lavoro interdisciplinare con il medico di medicina generale del lavoratore (medico curante), i Servizi di Alcologia istituiti presso le ASL e lo psichiatra ove il lavoratore sia in cura. QUI trovi maggiori informazioni su alcol e dipendenze nei luoghi di lavoro e come organizzare un programma di promozione della salute negli ambienti di lavoro “NO alcol nei luoghi di lavoro”. QUI trovi maggiori informazioni sul ruolo della sorveglianza sanitaria.

Conclusione

In alcuni casi, può essere utile utilizzare una combinazione di terapie farmacologiche e psicologiche per trattare l’alcol dipendenza. Inoltre, è importante notare che la terapia per l’alcol dipendenza non si limita al periodo di disintossicazione, ma deve essere continuata anche durante la fase di recupero per prevenire la ricaduta.

È importante anche considerare che la terapia per l’alcol dipendenza deve essere personalizzata in base alle esigenze individuali di ogni paziente e ai loro problemi specifici. Ciò significa che la terapia può richiedere più tempo per alcune persone rispetto ad altre, e che alcune persone possono richiedere l’uso di farmaci specifici o un tipo di terapia psicologica specifica.

Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Facebook
Twitter
LinkedIn

Approfondisci

Articoli correlati